martedì 3 marzo 2015

I fuochi di Valyria

Autore: George R.R. Martin
Titolo originale:  A dance with dragons - Book five of A Song of Ice and Fire
Volume: 11 di 12

---

[attenzione: SPOILER]

I fuochi di Valyria rappresenta la seconda delle tre parti in cui è stato diviso il volume A dance with dragons,il quinto della saga delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.
Come ho scritto anche per il precedente libro, a mio parere eliminare tutti i POV dei personaggi di Approdo del Re ha reso questo romanzo più noioso e meno godibile rispetto ai precedenti.
Una delle vecchie conoscenze che incontriamo è Asha, che non è mai stata una delle mie preferite, ma che nel capitolo La sposa ribelle mi è molto piaciuta, e sembrava aver fatto un'ottima uscita di scena.
Riguardo a Tyrion, mi duole dirlo, ma le sue vicende continuano a non interessarmi. Al di là dell'ottima scrittura e delle belle descrizioni, i suoi POV hanno generato in me solo frustrazione, ed era piuttosto prevedibile anche il fatto che sia lui che Jorah e Penny venissero venduti come schiavi. Speriamo che nel prossimo volume le cose migliorino.
Una sorpresa invece alla Barriera (chi l'avrebbe mai detto?!), con un Rattleshirt morto e un Mance invece vivo e vegeto, che parte con sei donne del popolo libero per liberare Arya Stark, a quanto pare sposa del -non più- bastardo di Roose Bolton.
E sono proprio i capitoli che raccontano del matrimonio che mi hanno fatto arrabbiare e intristire per la piccola Jeyne Poole, costretta a vestire i panni della giovane Stark e a subire le innumerevoli violenze del malvagio e perverso Ramsay. La crudeltà è spesso di casa nelle Cronache, ma quando è rivolta verso dei bambini è davvero atroce. La vicenda dei delitti al momento ancora senza autore per gli occupanti di ciò che resta di Grande Inverno è comunque la vicenda più interessante, insieme a quella di Davos.
Il pirata è uno di quei personaggi che parte in sordina, ma i cui POV mi danno l'impressione di essere garbati come quelli di nessun'altro e nascondono spesso un colpo di scena. Molto interessante, a questo proposito, il doppio gioco di Wyman Manderly nei confronti dei Frey e dei Lannister.
Oltre il Mare Stretto, non mi è piaciuto il matrimonio di Daenerys con Hizdahr zo Loraq, ma vedremo a cosa porterà, ed inoltre lei mi sembra ancora l'unica probabile candidata a sedersi alla fine sul Trono di Spade.
Sul fronte Arya, nessuna novità degna di nota. Che riacquistasse la vista era piuttosto scontato.
Molto interessanti invece i piani di Doran Martell per le sue nipoti, le serpi delle sabbie. Mi piace molto la caratterizzazione delle figlie di Oberyn. Credo che nel prossimo futuro, grazie a loro, ci sarà da divertirsi.

---

Quarta di copertina: Nella sanguinaria epopea della guerra dei Cinque re, Stannis Baratheon è deciso a scontrarsi con il traditore lord Bolton e a riconquistare la fortezza che un tempo apparteneva agli Stark.
Ad Approdo del Re, Cersei Lannister è ancora prigioniera del fanatismo religioso del risorto Credo. Nelle Isole di Ferro, il sinistro Euron Occhio di Corvo, nuovo re dei predoni del mare, si prepara a lanciare un'invasione verso il continente occidentale.
A Dorne, il dominio più a sud del reame, un infido principe ordisce una subdola cospirazione volta a un nuovo ritorno dell'antica dinastia del drago. Al di là del Mare Stretto, Daenerys Targaryen, orgogliosa Regina dei Draghi, si piega a un matrimonio di convenienza nel nome di una pace incerta, senza rinunciare né a una travolgente passione né al suo sogno di tornare sul trono di Aegon il Conquistatore. Finito nelle mani degli infami schiavisti di Yunkai l'astuto nano Tyrion Lannister è costretto a giocare il tutto per tutto per sopravvivere da un lato alle asprezze della cattività, dall'altro a un assedio che si profila disastroso. In tutto questo, all'ombra della titanica Barriera di ghiaccio nell'estremo Nord,il giovane Jon Snow, comandante dei guardiani della notte, concepisce una temeraria strategia per affrontare i mostruosi Estranei sul loro stesso terreno.

---

Giudizio personale: 4/5

---

Volumi precedenti:
Il trono di spade
Il grande inverno
Il regno dei lupi
La regina dei draghi
Tempesta di spade
I fiumi della guerra
Il portale delle tenebre
Il dominio della regina
L'ombra della profezia
I guerrieri del ghiaccio

0 commenti: