domenica 1 maggio 2016

The last of the Firedrakes

Autrice: Farah Oomerbhoy
Sottotitolo: Tha Avalonia chronicles #1
Lingua: inglese
Genere: fantasy
Prima pubblicazione: agosto 2015

---

The last of the Firedrakes è un buon fantasy che fa delle descrizioni il suo punto di forza.
L'autrice riesce infatti a rendere meravigliosamente il mondo in cui si ritrova catapultata la giovane Aurora, un mondo che non è semplicemente medievale, ma riassume in sé vari aspetti del nostro passato, come il Rinascimento.
E' sicuramente notevole la descrizione del mercato delle fate, così bello che sarei stata felice se tutto il romanzo avesse solo descritto nei più piccoli particolari il luogo, le merci, i venditori.

La storia prende in realtà le mosse nel nostro mondo, in cui la sedicenne Aurora sta vivendo un periodo piuttosto difficile: orfana dei genitori adottivi, è ospitata a malincuore dagli zii, maltrattata dalla cugina e presa di mira a scuola.
Ben presto, però, la vita della ragazza cambia per sempre: complice lo zio, lo spaventoso Lord Oblek la rapisce per consegnarla alla malvagia Morgana, che, sembra, abbia in passato ucciso i suoi genitori e desidererebbe liberarsi anche di Aurora, l'ultima dei Firedrake e l'unica che potrebbe strapparle il trono conquistato con il tradimento e la violenza.

Nella cella in cui è temporaneamente rinchiusa, Aurora incontra Kalen, un ragazzo del popolo delle fate (chiamate Fae nel romanzo) che diventerà suo amico, e sarà salvata dal misterioso Rafe, che diventerà il suo interesse amoroso.

La sua fuga dalla prigione di Oblek ci permetterà di conoscere meglio il mondo parallelo di Avalonia, i regni in cui è diviso, nonché la famiglia di Aurora e la scuola di magia di Evolon, che mi ha ricordato a tratti quella di Harry Potter.

Il romanzo presenta molti elementi tipici del genere: la magia innanzitutto, l'eroe/eroina (in questo caso Aurora) che potrebbe salvare il regno; un malvagio big bad; un potente amuleto; varie prove da superare; un percorso di crescita che porterà infine, si spera, alla maturità e all'amore.

Benché il romanzo mi sia piaciuto molto, non ho empatizzato con l'eroina, che spesso pecca di stupidità e immaturità (il fatto che abbia solo sedici anni non può sempre esserne la scusante). Inoltre viene ripetuto un po' troppo spesso quanto sia a dir poco affascinata da Rafe e, soprattutto, deve sempre essere salvata! Ogni volta che si caccia nei guai, è lì pronto qualcuno per aiutarla; avrei preferito che qualche volta riuscisse a cavarsela da sola, o semplicemente che la storia potesse andare avanti senza che lei facesse delle scelte stupide (come seguire i Blackwater di notte).

Nonostante ciò, la storia è piuttosto piacevole e le descrizioni sono veramente evocative.

Nota: essendo il primo di una trilogia, il romanzo termina con un cliffhanger.

---

Trama: 16-year-old Aurora Darlington is an orphan. Mistreated by her adopted family and bullied at school, she dreams of running away and being free. But when she is kidnapped and dragged through a portal into a magical world, suddenly her old life doesn't seem so bad. 

Avalonia is a dangerous land ruled by powerful mages and a cruel, selfish queen who will do anything to control all seven kingdoms--including killing anyone who stands in her way. Thrust headlong into this new, magical world, Aurora's arrival sets plans in motion that threaten to destroy all she holds dear. 

With the help of a young fae, a magical pegasus, and a handsome mage, Aurora journeys across Avalonia to learn the truth about her past and unleash the power within herself. Kingdoms collide as a complicated web of political intrigue and ancient magic lead Aurora to unravel a shocking secret that will change her life forever.

---

Giudizio personale: 4/5

1 commenti:

Kate Tilton ha detto...

Hi Carmen!

I'll be setting up a blog tour for book two and we'd love to have you on the tour! Please get in touch if you are interested, I can be reached at farah@farahoomerbhoy.com :)