domenica 12 aprile 2015

Only a heartbeat away

Autrice: P.O. Dixon

---

Only a heartbeat away è una variation - dal titolo molto bello - di Orgoglio e Pregiudizio, in cui Elizabeth non si è recata al ballo di Meryton e quindi non ha conosciuto Darcy (che, di conseguenza, non l'ha offesa con il famoso: "Passabile, ma non abbastanza bella da tentarmi".), ma è un'affezionata amica di Georgiana, conosciuta durante la visita a Pemberley avvenuta prima dell'inizio della storia.
Oltre a ciò, a ben guardare, non vi sono moltissime variazioni rispetto alla storia originale, ma questo non depone a svantaggio del romanzo, in quanto molto spesso, leggendo, ho pensato che le cose avrebbero potuto svolgersi anche in quel modo.
Pur non avendo fatto la conoscenza diretta di Darcy, infatti, Elizabeth ne ha comunque una cattiva opinione, influenzata, in questo, dai racconti di Wickham e dai pareri unanimi degli abitanti di Meryton.
Vi sono comunque alcune aggiunte, come la partecipazione di Elizabeth alla season londinese, una certa propensione a fare da matchmaker di Georgiana, ed un viaggio insieme in carrozza per Darcy e Lizzy.
In questa variation, inoltre, Mr Bennet si è accordato da anni con un suo vecchio e caro amico affinché una della sue figlie sposasse il figlio di questi, Mr Caseman. Al gentiluomo è riservato davvero poco spazio nella storia (mi sarebbe piaciuto che ne avesse avuto di più). Essendo Jane e Bingley innamorati, tutti danno per scontato che la futura Mrs Caseman sarà Elizabeth, che è quindi molto preoccupata per il suo futuro, e spera di riuscire a conoscere un uomo di cui possa innamorarsi prima che sia troppo tardi, arrivando persino a redigere una lista di "papabili" gentiluomini. Ho trovato questa idea molto interessante, ed è anche un argomento che fa riflettere sulla condizione delle donne nel XIX secolo.
Alcune scene sembrano palesemente ispirate al film Orgoglio e Pregiudizio del 2005, ma ciò, per quanto mi riguarda, non mi ha dato per nulla fastidio (inoltre, l'aver immaginato i personaggi con i volti degli attori della serie tv BBC del 1980, che avevo appena terminato di guardare, ha contribuito a tenere il più lontano possibile qualunque altro adattamento dalla mia mente). A questo proposito, c'è una scena in carrozza in cui Bingley si esercita con Darcy su come parlare a Jane quando finalmente la rivedrà, e l'ho trovata divertentissima!
Ho anche apprezzato il fatto che l'autrice abbia saputo trasmettere la tensione e la passione tra i due protagonisti utilizzando solo sguardi e parole, e che abbia inserito una scena in cui Mrs Bennet difende strenuamente Elizabeth. Non è raro, infatti, che le variation descrivano la donna come portatrice di sentimenti molto negativi nei confronti di Lizzy, facendole adottare dei comportamenti che ritengo estremi. Pur avendo una spiccata preferenza per Lydia, ho sempre creduto, infatti, che la donna amasse profondamente tutte le sue figlie, e non avrebbe mai fatto loro alcun male, almeno consapevolmente (ricordiamo, infatti, che dice al marito:"Se io volessi giudicare malamente i figli di qualcuno, non sarebbero mai i miei".).
Unico elemento che non mi è piaciuto, il fatto che l'autrice abbia descritto Mr Collins non solo come un uomo ridicolo e sgradevole, ma violento. Anche questo, la povera Charlotte, davvero non lo meritava.

---

Trama: Long before they meet, Miss Elizabeth Bennet entertains notions of Mr. Darcy as being good-natured, compassionate, and exceedingly handsome. Indeed, everything a gentleman ought to be.

In light of the ardent disdain that he incites in her family and friends at the Meryton assembly, reconciling her favorable impression of him proves deeply unsettling. Hence she goes about making out his true nature.

Boasting to the gentleman of an acquaintance with his worst enemy hardly recommends her to him.

Tempestuous sparks promise to ignite into passionate flames as Darcy and Elizabeth endeavor to sketch each other’s character.

---

Giudizio personale: 4/5

---

Della stessa autrice:
- Still a young man: Darcy is in love
- Almost persuaded: Miss Mary King

0 commenti: