domenica 6 marzo 2016

La danza dei draghi

Autore: George R.R. Martin
Titolo originale: A dance with dragons - Book five of A Song of Ice and Fire
Lingua: italiano
Genere: fantasy
Volume: 12 di 12 (edizione italiana)
Prima pubblicazione: 2011 (USA)

---

[attenzione: qualche piccolo SPOILER]

Quando ho letto La danza dei draghi, ormai molti mesi fa, era da un po' che non riuscivo ad imbattermi in un bel romanzo. Quest'ultima parte del quinto libro delle Cronache non è stata la mia preferita - probabilmente a causa della mia frustrazione nei confronti della storia e della abominevole divisione in più parti perpetrata dalla Mondadori -, tuttavia sin dalle prime pagine è stato palese che, finalmente, avessi tra le mani un libro ottimamente scritto.
Se infatti la storia può non piacere o generare delusione, è innegabile che il suo autore,George R.R. Martin, non potrebbe raccontarla meglio.
Finalmente, in questo volume, vediamo il ritorno di alcuni personaggi che tanto mi erano mancati, come Cersei e Varys.

Cersei è stata per lungo tempo uno dei miei personaggi preferiti, prima di rivelarsi davvero troppo malvagia ed egoista, anche per i miei gusti. Qui l'autore ce la mostra in una versione inedita: non più l'altezzosa e ambiziosa regina, ma la donna che raccoglie i frutti di ciò che ha seminato ripristinando il Credo Militante. Ella stessa, infatti, benché madre del nuovo re, si ritrova dapprima segregata in una cella e poi costretta all'umiliazione percorrendo, spogliata anche dei suoi capelli, la strada tra il Tempio di Baelor e la Fortezza Rossa. Il suo personaggio non è per questo rientrato tra i miei preferiti, ma l'autore è stato molto bravo nel descriverla ormai a pezzi, degradata e vilipesa. In lacrime. Ma Cersei è una sorta di araba fenice di Approdo del Re, e saprà sicuramente rialzarsi e, soprattutto, vendicarsi.

Purtroppo i POV dei personaggi di Arya e Tyrion, anch'essi così interessanti per buona parte della storia, nei volumi precedenti, continuano a non entusiasmarmi.

Parecchio spazio è dedicato a Daenerys, intrappolatasi in un matrimonio non solo disastroso, ma anche, a quanto pare, piuttosto pericoloso. Spero, tuttavia, che la sua esperienza con Drogon serva a darle una scrollata e ad indurla finalmente a riprendere il suo cammino verso i Sette Regni.

E ora Jon. Probabilmente per la prima volta da quando ho cominciato la lettura delle Cronache, un imprevedibile colpo di scena non mi è stato rovinato dagli spoiler. Davvero non me lo aspettavo.
Un colpo da maestro.
Eppure ero abbastanza sicura che Jon sarebbe stato uno dei tre draghi a sedere sul trono di spade, insieme a Daenerys e al redivivo Aegon.

Quentyn Martell è un personaggio che è stato bruciato troppo in fretta (il doppio senso è voluto); pensavo che avrebbe avuto molto di più da dire.

E infine Varys. Che bella sorpresa. Adoro l'eunuco. L'Epilogo è stato ottimo. Un po' mi dispiace per ser Kevan, ma si sa, al gioco del trono o si vince o si muore.

---

Quarta di copertina: Non c'è fine alla guerra dei cinque re: alimentato dall'infinita sete di potere di troppi condottieri e pretendenti, un insensato bagno di sangue continua a sconvolgere il cuore dei Sette Regni. Nel Mare Stretto, Victarion Greyjoy, brutale e sanguinario comandante della Flotta di Ferro, sta facendo rotta verso la Baia degli Schiavisti per conquistare la mano di Daenerys Targaryen, Madre dei Draghi: un disegno infido e pericoloso che lo spingerà persino a stipulare una blasfema alleanza. Ma Victarion non è il solo a desiderare di occupare il Trono di Spade al fianco di Daenerys. Nella città di Meereen,tuttora sotto assedio, mentre il valoroso Barristan Selmy deve ordire un complotto contro l'ambiguo re Hizdahr, un principe ossessionato dalla furia dei draghi si lancia in un'impresa destinata a rivelarsi suicida. E tra le linee dell'assedio yunkai, Tyrion Lannister, l'immarcescibile Folletto, studia una strategia per creare una nuova, inaspettata forza d'invasione con la quale riconquistare i Sette Regni. Tutto questo però potrebbe rivelarsi disperatamente inutile. Perché ora, veramente... l'inverno sta arrivando.

---

Giudizio personale: 4/5

---

Volumi precedenti:
- Il Trono di Spade
- Il grande Inverno
- Il regno dei lupi
- La Regina dei Draghi
- Tempesta di spade
- I fiumi della guerra
- Il portale delle tenebre
- Il dominio della Regina
- L'ombra della profezia
- I guerrieri del ghiaccio
- I fuochi di Valyria

0 commenti: