sabato 12 gennaio 2013

Il medico di corte - Citazioni

" Mio taciturno amico. Che ne sarà di te. Tu che hai sogni tanto nobili, e questo sacro terrore di realizzarli ".

--

" E sappiamo che una scintilla può incendiare una prateria ".

--

" Lui [...] sapeva tacere. Questo li spaventava ".

--

"Come si poteva vincere il mondo se si era soltanto buoni, se non si aveva il coraggio di essere cattivi? ".

--

" E capì di non essere più la coraggiosa ragazza che non conosceva la paura. La paura aveva finito per cercarla, la paura l'aveva trovata, e lei sapeva finalmente cos'era la paura ".

--

" Ma non c'era nessuno con cui parlare, e di notte il freddo era intenso..."

0 commenti: