martedì 10 agosto 2010

Rasputin


Autore: Gilbert Maire

---

Non definirei questo libro una biografia, tantomeno un romanzo storico, ma piuttosto un saggio, in quanto, benchè la figura principale sia il mugico/taumaturgo Rasputin, l'autore indaga la situazione russa, la politica e gli avvenimenti che fecero sì che un contadino siberiano acquistasse tutto il potere di cui sappiamo.
Forse è questo che rende il libro talvolta un pò pesante, la lunga lista di date e di nomi, che però ne fanno un documento molto accurato.
L'autore indaga la figura di Rasputin in tutte le sue sfaccettature, ce lo presenta come un contadino legato alla sua terra, un oltraggiatore di fanciulle, un traditore, un benefattore dei poveri, un membro della setta Khlysta, un uomo che "non potendo rinnegare il Cristo, che aveva veramente amato, si sforzò di adattarlo ai suoi vizi". Così come per lo zar Nicola II, uomo onesto ma soggetto a crisi di crudeltà, più amante del suo ruolo di marito e di padre che di quello di imperatore, manovrato dalla sua compagna, la zarina Alessandra, gravata da tare ereditarie, folle, disperata per la salute di suo figlio, disposta a tutto pur di garantirgli un trono in un paese tranquillo.

---

Giudizio personale: 3/5

---




Grogorji Ifimovic Rasputin


La famiglia Romanov


Lo zar Nicola II


La zarina Alessandra


La granduchessa Olga Romanov bambina


Olga fanciulla


La granduchessa Tatiana Romanov


La granduchessa Maria Romanov


La granduchessa Anastasia Romanov


L'erede al trono imperiale, Alexei Romanov

0 commenti: