venerdì 18 marzo 2011

Questa storia

Autore: Alessandro Baricco

---

Per anni Alessandro Baricco è stato il mio autore preferito.
Perchè nessuno sa scrivere come lui.
Perchè nessuno, come lui, è capace di creare una storia e un mondo intero in poche righe.
E in Questa storia non si smentisce.
Il libro è diviso in sette piccole gemme: "Ouverture"; "L'infanzia di Ultimo"; "Memoriale di Caporetto"; "Elizaveta"; "1947. Sinnington, Inghilterra"; "1950. Mille miglia"; "Epilogo".
La mia preferita è probabilmente la seconda, in cui il piccolo Ultimo viene descritto come un bambino con "l'ombra d'oro" e ambientata nei primi anni del '900, che videro il miracolo delle automobili.
Ma meraviglioso è anche il "Memoriale di Caporetto", la storia di una disfatta che così poco spazio occupa sui libri di storia dei nostri ragazzi, e che per la prima volta leggo narrata in modo da renderci partecipi dell'orrore, della disperazione e della follia di quell'evento.
Una menzione anche ad "Elizaveta", terribile capitolo - in senso assolutamente buono- dedicato ad un personaggio che mette i brividi, e che compie o sogna atti deprecabili -uno tra tutti, quello nei confronti dei Martin-.

---

Retrocopertina: Ultimo Parri è un ragazzino che diventa vecchio cercando di mettere in ordine il mondo. Ha cinque anni quando vede la prima automobile, diciannove il giorno di Caporetto, venticinque quando incontra l'amore della sua vita, e molti di più la sera che muore, in un posto lontano.
Questa storia è la sua storia.

---

Giudizio personale: 4/5


---


Qui le citazioni dal libro



0 commenti: