sabato 14 aprile 2012

Quello che resta

Autrice: Pamela Aidan
Titolo originale: These three remain
Volume: 3 di 3

---

Quello che resta è il capitolo finale della trilogia di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo, cominciata con Per orgoglio o per amore e proseguita con Tra dovere e desiderio.
In quest'ultima parte troviamo un Darcy che nel romanzo originale abbiamo solo potuto immaginare, un uomo distrutto dal fatto di aver ingannato l'amico Bingley e soprattutto sofferente per la mancanza della sua amata Elizabeth.
La storia comincia con Darcy ed il cugino Fitzwilliam in viaggio verso Rosings Park, ed è un piacere incontrare di nuovo Lady Catherine de Bourgh traboccante di orgoglio e presunzione, la debole figlia Anne -a cui la Aidan riesce a dare un pò più di spazio di quanto non ne avesse nel romanzo originale-, la novella signora Collins, e soprattutto il sempre inopportuno signor Collins.
Naturalmente la parte migliore della storia è quella in cui Darcy ed Elizabeth finalmente si incontrano e passano del tempo insieme, a Rosings prima e a Pemberley poi, incontri intervallati dalla disastrosa dichiarazione dell'uomo, che vede crollare tutto il suo mondo e le sue convinzioni -nonché il suo orgoglio- quando si trova di fronte ad un rifiuto, che non aveva neppur minimamente contemplato.
Ciò permette al nostro eroe di maturare e cambiare, di guardare il mondo -e la stessa Elizabeth- con occhi diversi.
Il suo desiderio di coronare il proprio sogno d'amore -che sa, gli porterà innumerevoli difficoltà a livello sociale e familiare- lo spingono anche a trattare con il nemico di sempre Wickham, per ritrovare il quale la Aidan mette in piedi una storia di spionaggio un pò troppo forzata e inopportuna, a mio parere, che richiama le atmosfere di Tra dovere e desiderio, così come la serata a casa di Lady Sylvanie a cui si reca Darcy. In questo caso, pare proprio inverosimile che l'uomo non si accorga di essere tra dei traditori, e che sia stato invitato lì solo per essere raggirato, come se la scrittrice, ogni volta che si allontana dalla storia originale, debba cadere in un genere letterario diverso e goticheggiante.
Malgrado questi due episodi, il libro risulta molto gradevole, al livello del primo volume, riuscendo a mostrarci il "dietro le quinte" del romanzo originale.

---

Quarta di copertina: Fitzwilliam Darcy ed Elizabeth Bennet: una delle storie d'amore più romantiche di tutti i tempi, finalmente raccontata dal punto di vista di lui.

"In quell'attimo, Darcy seppe di essere sconfitto, vide tutta la sua nobile risoluzione dissiparsi come fumo nel vento di fronte alla visione calda e luminosa colta nei vividi raggi del sole del mattino. Elizabeth! Il cuore nel petto esultò contro tutte le sue precauzioni. Prima che potesse ordinargli di fermarsi, gli occhi radiosi di lei, profondi e carichi di acume, lampeggiarono su di lui da sotto il loro frangiato velame, incontrando i suoi -trattenendo i suoi- con tanta franchezza che il respiro gli si mozzò nel petto... ".

---

Giudizio personale: 4/5

0 commenti: