martedì 2 luglio 2013

Still a young man: Darcy is in love

Autrice: P O Dixon

---

[attenzione: SPOILER]

Still a young man è una Pride and Prejudice Variation, una "What if" novel, che si chiede come sarebbero andate le cose in Orgoglio e Pregiudizio se gli eventi si fossero svolti diversamente.
In questo romanzo, Jane ha sposato Bingley, ed Elizabeth, a causa di uno scandalo -in realtà solo un malinteso- è stata costretta a sposare Daniel Calbry, uno dei suoi favoriti, ma rivelatosi poi un farabutto che ha reso il suo matrimonio un inferno.
Per la gioia di Elizabeth, l'uomo -simile a Wickham sotto molti aspetti- è morto a soli sei mesi dalle nozze, e la nostra eroina è andata a vivere con la sorella ed il cognato, non avendo mai perdonato al padre di non averla voluta ascoltare in merito allo scandalo, e di averla costretta al matrimonio.
Lizzy conosce così Darcy, per il quale, come nel romanzo originale, non prova simpatia (anche se, in questa variazione, con ben poche motivazioni). Darcy ha qualche anno meno della vedova, e ne è subito attratto, mentre Elizabeth pensa che tale comportamento sia dovuto al fatto che l'uomo voglia scoraggiare Caroline Bingley, in quanto già fidanzato con la cugina Anne.
Interessante poter conoscere i sentimenti e i pensieri di questo più giovane Darcy, come quando si chiede perché Mr Bennet è così insensibile da interrompere la performance di Mary al piano, mentre non fa nulla per il comportamento delle figlie più piccole.
Diversamente da quanto accade nel romanzo di Jane Austen, Darcy scende da cavallo quando, a Meryton, vede Wickham parlare con Elizabeth, e le confida tutto riguardo ai suoi rapporti con l'uomo, non attraverso una lettera, ma a voce...

Ero molto curiosa in merito a questo romanzo, ma ho trovato la prima parte della storia piuttosto noiosa, ed ho impiegato un bel po' di tempo per leggerla; per fortuna, alcuni episodi invariati di Orgoglio e Pregiudizio vengono narrati molto velocemente -soprattutto quelli riguardanti Wickham-.
La seconda parte è stata invece più veloce, Darcy è sempre molto dolce, ma Elizabeth è del tutto out of character. Pur volendo attribuire alcuni suoi comportamenti e stati d'animo alla brutta esperienza matrimoniale che nel romanzo originale le è risparmiata, mi sembra davvero -davvero- troppo che lei inviti Darcy in camera sua e gli proponga di diventare amanti!
Mi è piaciuto, invece, che lei rifiuti la prima proposta -fatta a Netherfield- perché, dopo le prime nozze, crede di non poter amare nessuno e di non poter essere amata, e che invece si ricreda proprio grazie ad una lettera che Darcy le scrive dopo il suo rifiuto, a causa della quale si rende anche conto che la responsabilità  della sua passata infelicità non è da attribuire solo agli altri, ma anche a se stessa.

In conclusione, Still a young man è un libro che può deludere, e che si salva solo grazie alla dolcezza del giovane Darcy e alla -per me- novità rappresentata dal fatto di non aver mai letto una variation prima.

Altre differenze col romanzo originale, note a margine e curiosità:
- viene raccontata una liaison di Darcy con una donna; mi è sembrato molto strano leggere di una lady nuda nel letto dell'eroe austeniano, ma ancora non sapevo cosa mi aspettasse in seguito;
- molto godibile la scena tra Miss Bingley e Darcy in cui questo dice che Elizabeth è una delle donne più belle che abbia mai visto;
- Lizzy comincia a fidarsi di Darcy quando questi la salva da una brutta scommessa fatta da un gruppo di uomini ai suoi danni (nel romanzo le vedove vengono viste come donne piuttosto "allegre");
- Mrs Hurst sgattaiola di notte nella camera da letto di Darcy e cerca di sedurlo...;
- Elizabeth sente molto più fortemente che nel romanzo originale la negligenza del padre;
- Bingley ottiene il merito di aver "salvato" Lydia, ma, non potendo mantenere il segreto sul reale coinvolgimento di Darcy, si confida con Jane, che dice tutto a Lizzy;
- Lady Catherine propone al nipote di sposare Anne e di prendere Elizabeth come amante; alle proteste della figlia, le risponde di aver accettato, a suo tempo, che il marito si comportasse nello stesso modo;
- Darcy pronuncia quella che ricorda la nota battuta di Mr Knightley di Emma: "A man who had felt less, might have said more."

---

Trama: Widowed after six months of marriage, an older Elizabeth is determined to leave her past behind and enjoy life to its fullest, on her own terms. Charming, witty, and engaging, she is widely admired by all. However, everything is not as it seems. She harbours a secret.

The beautiful widow captivates a younger Mr. Darcy. He knows her better than she knows herself. He struggles to break through her protective barriers, the most daunting being her tightly held conviction that she will never marry again.

La nuova copertina del libro

Vedova dopo sei mesi di matrimonio, una meno giovane Elizabeth è determinata a lasciarsi il passato alle spalle e a godersi appieno la vita, alle sue condizioni. Affascinante, arguta, e interessante, è largamente ammirata da tutti. Comunque, non tutto è come sembra. Lei nasconde un segreto.

La bella vedova attrae un più giovane Mr. Darcy. Egli la conosce meglio di quanto lei conosca se stessa. Lui lotta per penetrare attraverso le sue barriere protettive, la più scoraggiante delle quali è la sua salda convinzione che non si risposerà mai più.

---

Giudizio personale: 2-3/5


0 commenti: